FORMULA 1: COSA CAMBIA NEL 2024? (PARTE 1)

1. INTRODUZIONE

Il mondo della Formula 1 è sempre stato caratterizzato da una complessa rete di regolamenti e normative, fondamentali per garantire un ambiente di gara equo e sicuro.

All’inizio dell’anno corrente la Federazione Internazionale dell’Automobile (FIA) ha introdotto una serie di modifiche al proprio Regolamento, mirate a ottimizzare l’equilibrio competitivo e a rafforzare la sicurezza dei piloti e delle squadre.

In questo articolo esamineremo da vicino alcune delle principali novità normative previste per il 2024.

***

2. PERIODI DI REVISIONE E PROCEDIMENTO D’APPELLO

Il periodo di revisione nel mondo della Formula 1 spesso è fonte di controversie, specialmente quando una squadra desidera contestare decisioni prese in gare precedenti. Questo percorso, noto come “Right of Review” e delineato nel Codice Sportivo Internazionale della FIA, consente alle squadre chiedere il riesame delle decisioni nel caso in cui siano in grado di presentare elementi nuovi e rilevanti.

Prima della novella normativa le squadre avevano a disposizione un periodo di 14 giorni dall’assunzione della decisione per presentare ricorso. Tale periodo è stato significativamente ridotto a soli quattro giorni, con possibile proroga di ulteriori 24 ore in caso ricorrano circostanze speciali.

Inoltre, le squadre sono ora tenute al versamento di una tassa – il cui ammontare è determinato annualmente – per l’avvio del procedimento, il cui importo viene alle stesse restituito solo in caso di accoglimento del ricorso o, in caso di esito negativo, sulla base di valutazione equitativa operata dalla FIA.

Altra novità è l’obbligo delle squadre – prima che abbia luogo qualsiasi udienza – di fornire specifiche dettagliate sui nuovi elementi di prova che intendono produrre nel procedimento, eliminando così la possibilità di introdurre nuovi argomenti all’interno dello stesso.

Questi aggiustamenti mirano a razionalizzare il processo di revisione e garantire una risoluzione equa ed efficiente delle controversie all’interno dello sport.

***

3. AUMENTO DELLE MULTE

Altro aspetto significativamente inciso dalla riforma e rappresentato dall’inasprimento del sistema delle sanzioni pecuniarie.

Quest’anno, il massimale delle multe che gli steward possono infliggere ai team e ai loro piloti e stato quadruplicato rispetto al passato. In particolare, sotto il Codice Sportivo Internazionale della FIA, il limite massimo delle multe è stato portato da €250.000,00 (corrispondenti a circa £ 215.000,00 e $ 270.000,00) all’impressionante cifra di € 1 milione.

Questa drastica modifica rappresenta una mossa decisa per rafforzare l’impatto delle sanzioni e garantire un maggior rispetto delle regole della competizione. La Federazione ha infatti sottolineato come una riforma dell’apparato sanzionatorio fosse quanto mai necessaria, non essendo lo stesso oggetto di revisione da oltre un decennio.

L’incremento delle sanzioni non ha riguardato solo i team bensì anche i piloti, rendendo ancor piu gravose le conseguenze delle violazioni. E quindi fondamentale che tutti i partecipanti al mondo Formula 1 rispettino rigorosamente le disposizioni del Regolamento, per evitare di incorrere in costose penalita che potrebbero influenzare l’andamento dei campionati ed intaccare pesantemente i propri bilanci finanziari.

***

4. MODIFICA DEL CAPITAL EXPENDITURE (CAPEX)

Con l’implementazione del tetto di spesa nella Formula 1 si e verificata una significativa ridefinizione dei limiti di spesa consentiti per gli investimenti di capitale (CapEx). Questa misura ha ridotto il gap tra le squadre di vertice e quelle in coda al gruppo, in quanto tutte e dieci le scuderie hanno ottenuto nel corso dell’ultimo anno piu apparizioni nella fase di qualificazione Q3.

Nello specifico, la FIA ha optato per un incremento della possibilita di investimento per le squadre affiliate, da calcolarsi per periodi di quattro anni. In particolare, il limite di spesa annuale e stato portato da 45 a 65 milioni di dollari milioni per le quattro squadre che, dal 2020 ad oggi, hanno mediamente concluso nelle ultime quattro posizioni in classifica (tra cui Haas, Alfa Romeo, AlphaTauri e Williams).

Parallelamente, le squadre posizionate a meta classifica, come McLaren, Aston Martin e Alpine, hanno ottenuto un aumento del limite di spesa a 58 milioni. Allo stesso modo, le tre squadre di punta, Red Bull, Mercedes e Ferrari, hanno potuto spendere fino a un massimo 51 milioni.

Questa revisione dei limiti di spesa mira a garantire un maggiore equilibrio competitivo, consentendo alle squadre di migliorare le proprie strutture e massimizzare le prestazioni delle proprie vetture.

***

5. CONCLUSIONI

La Formula 1 del 2024 si prepara a inaugurare una stagione ricca di sfide e cambiamenti.

Dalle modifiche nei periodi di revisione delle decisioni alla ridefinizione dei limiti di spesa per gli investimenti di capitale, ogni modifica mira a migliorare l’equita e l’efficienza della competizione.

E evidente che la FIA sta cercando di garantire una competizione piu equa e avvincente, mantenendo alto il livello di competizione e assicurando il rispetto rigoroso delle regole.

Con l’attuazione di queste nuove disposizioni ci si aspetta che la Formula 1 del 2024 offra spettacolo ed emozioni senza pari, confermandosi ancora una volta come la massima espressione dello sport automobilistico.

Milano, 14 febbraio 2024
Iago Outeda Bos

One Thought to “FORMULA 1: COSA CAMBIA NEL 2024? (PARTE 1)”

  1. […] prima parte [link parte 1] di questo contenuto abbiamo esaminato le recenti novità normative volte a garantire […]

Leave a Comment